Dieta disintossicante d'autunno

L’autunno è la stagione perfetta per seguire una dieta disintossicante in aiuto dell’organismo affaticato dai fasti estivi. Quando questa stagione si affaccia alle porte, spesso si avverte un’aumentata fame di dolci e carboidrati. 

Si tratta di una naturale risposta dell’organismo per affrontare quella che viene definita “melanconia d’autunno” o Sad (Seasonal Affective Disorder), una sorta di disturbo affettivo legato al cambio di stagione. La riduzione delle ore di luce può causare una specie di “caos” dell’orologio biologico in molte persone, procurando un’aumentata produzione di melatonina. Questo ormone tra le altre cose è in grado di condizionare il comportamento alimentare, aumentando la voglia di mangiare dolci.

Lo STUDIO NUTRIZIONISTICO MARI con l'arrivo dei primi freddi propone La dieta per l'Autunno, in grado di ridurre questo desiderio, e grazie ad un'alimentazione bilanciata basata sugli alimenti di stagione aiuta anche a prevenire numerosi malanni.

I frutti e gli ortaggi dell’autunno hanno delle significative proprietà antinvecchiamento, che dovrebbero essere sempre presenti nella nostra dieta autunnale, infatti contribuiscono a mantenere un fisico tonico e asciutto e a donare elasticità, splendore e luminosità alla nostra pelle. I frutti di questa stagione contengono antiossidanti e vitamine.  Tra gli alimenti tipicamente autunnali a cui è impossibile rinunciare, troviamo:

Zucca

 
 

La zucca è un ortaggio povero di calorie, ma ricco di nutrienti, migliora la circolazione, il transito intestinale, ed aiuta contro la ritenzione idrica. Col suo allegro colore arancione ed il suo sapore dolce e vellutato, è la regina degli ortaggi d’autunno. Ricca di antiossidanti, tra le diverse sostanze nutrienti della zucca ci sono vitamine, come la A, la B e la C, è inoltre ricca di betacarotene. Tra le altre proprietà la zucca è utile a combattere la stitichezza, grazie alla presenza di fibre è infatti in grado di migliorare il transito intestinale e favorire il riequilibrio della flora intestinale.

Oltre alla zucca, anche i suoi semi sono ricchi di benefici, infatti sono un toccasana per il cuore grazie all’alto contenuto di magnesio, Omega3 e zinco.

Funghi


I funghi sono una fonte di carboidrati, proteine, sali minerali e vitamine. Tra i sali minerali presenti nei funghi troviamo calcio, ferro, manganese e selenio. I funghi contengono inoltre vitamine del gruppo B e folati.

Tra le proteine contenute nei funghi troviamo la lisina e il triptofano. I funghi sono inoltre una fonte di sostanze antiossidanti utili per la prevenzione dell’invecchiamento e dei danni causati al nostro organismo dai radicali liberi.

 
 
 

Castagne

 



Le castagne, diversamente da altri frutti, sono ricche di carboidrati complessi. E’ bene sapere che la cottura trasforma parte dell'amido in zuccheri semplici, ciò le rende dolci ma anche controindicate nei diabetici.

Ricche di fibre, potassio e vitamine del gruppo B, hanno un contenuto d’acqua abbastanza modesto. Le castagne sono indicate in caso di astenia, anemia, stitichezza ed emorroidi, hanno proprietà energetiche, toniche ed antisettiche.

Melograno

Gli antiossidanti contenuti nel succo di melograno possono ridurre i rischi dovuti a complicanze cardiovascolari. Alcuni studi recenti hanno dimostrato che può aiutare a prevenire il cancro al seno e al colon. Inoltre, consumando i semi senza spremerli, possiamo apportare grandi quantità di fibre e vitamina C.

 

Cachi

 
 
 

I cachi hanno moltissime proprietà benefiche, grazie al loro contenuto di calcio, magnesio, ed altri sali minerali come potassio, manganese, fosforo e selenio. Essendo molto ricchi d’acqua sono diuretici e dissetanti, in grado di reidratare il corpo. I cachi contengono vitamina C perfetta per rafforzare il nostro sistema immunitario, specialmente in autunno quando sono più maturi e adatti a essere consumati. Grazie all’elevata presenza di zuccheri, hanno un ottimo effetto energizzante, inoltre, se mangiati quando sono ben maturi apportano elevate quantità di vitamine A e C. E' bene ricordare che la quantità di vitamine, sali minerali e zuccheri varia in base al grado di maturazione del frutto. Se poco maturo questo frutto allappa, cioè crea una particolare sensazione di bocca impastata e legata, a causa dell’alta presenza di tannini, che va riducendosi con la progressiva maturazione del frutto.

Lo STUDIO NUTRIZIONISTICO MARI con l'arrivo dei primi freddi propone La dieta per l'Autunno.

In occasione dei primi giorni freschi, quando è facile che un banale mal di gola o un raffreddore possano complicarsi, dando rialzo febbrile e senso di spossatezza, lo STUDIO NUTRIZIONISTICO MARI propone un regime nutrizionale personalizzato ed adeguato alla stagione appena giunta, che in modo sano e senza privazioni che potrebbero compromettere le difese corporee, è in grado di riequilibrare l'organismo e far riguadagnare salute.